Category Archives: Arciragazzi

Torna “La Città in Tasca” 1 -10 Settembre 2017

“La Città in Tasca” cultura, spettacolo, gioco con i bambini e i ragazzi di Roma – giunta alla XXIII edizione – nasce negli anni ‘80 con l’Arciragazzi Comitato di Roma Onlus per promuovere spazi urbani sempre più a misura di bambino. Obiettivo dell’Evento è quello di condurre bambini e ragazzi a sperimentare linguaggi nuovi, scoprire realtà culturali e sociali diverse, conoscere ed apprezzare le arti, ampliare i propri orizzonti, sensibilizzandoli, fin dalla prima età, al mondo delle arti per una crescita formativa ed educativa.

Un appuntamento che è diventato cosi, nel corso delle sue tante edizioni, un leitmotiv dei pomeriggi d’estate dei bambini di Roma che fa parte del grande contenitore dell’Estate Romana per il triennio 2017/2019. Un viaggio alla scoperta delle arti, con interessanti laboratori che conducono i bambini alla scoperta della scrittura, del riciclo, della manualità, della danza, della musica, del cinema e del fumetto.

info: www.lacittaintasca.it

o su Facebook /laCittàinTasca/

La Casetta della Cultura

Martedi 31 Maggio in un pomeriggio di letture animate, giochi e musica, i bambini della Ludoteca Ludomagicabu di via dei Lincei 93 hanno consegnato ai cittadini del Lotto 1 di Tor Marancia un Casetta per il bookcrossing, un’iniziativa di scambio gratuito di libri. In una bella giornata di sole ascoltiamo cosa ci hanno raccontato i protagonisti.

 

 

Good Deeds Day

I soli primaverili non solo stanano noi di TeenPress dal nostro covo di Pietralata, ma ci spingono anche ad impegnarci nelle famose “buone azioni” di collodiana memoria. Il “Good Deeds Day”, che a Roma ha avuto luogo nel Circo Massimo, non è solo un giorno per ricordarci di essere più buoni. E’ un’occasione in cui associazioni ed individui impegnati in ideali per il miglioramento della società si riuniscono e rendono partecipi i cittadini del loro inesorabile impegno. Che si tratti di evangeliche vestite da fragole guidate dall’inspirazione divina o di sagge messicane in lotta per riproporre una versione alternativa della propria bandiera, lo spirito e il morale sono alti. Seguiteci nella mischia!

 

Giornata Nazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza 2015

Il 19 Novembre siamo andati a Piazza D. Sauli nel Municipio VIII di Roma Capitale, zona Garbatella, per documentare una delle tante iniziative che si sono svolte in tutta Italia per celebrare la Giornata Nazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (legge 285).

 

Andiamo a vedere cosa hanno fatto.

La Città in Tasca 2015 – 4/13 Settembre

Nella XXI edizione de LA CITTA’ IN TASCA le arti saranno più che mai protagoniste. Dal 4 al 13 Settembre, tutti i giorni dalle 17,00 alle 23,00 torna ancora una volta con l’Estate Romana – al Parco degli Scipioni in via di Porta Latina, 10 – LA CITTA’ IN TASCA, cultura, spettacolo, gioco con i bambini e i ragazzi di Roma, organizzata dall’Arciragazzi Comitato di Roma e oggi alla Sua XXI edizione.

Clicca e scarica la Brochure 2015

Nell’ambito della sezione “I Cantieri dell’Arte”, con il progetto “Arte contemporanea nella Roma Antica”, quattro artisti, giovani ma già affermati – Maria Antonietta Bagliato, Adriana Ferrante, Cristiano Quagliozzi e Milena Scardigno – realizzeranno, insieme ai bambini, quattro installazioni che resteranno nel parco degli Scipioni come testimonianza artistica contemporanea.

E per valorizzare questi preziosi tesori del passato, La Città in Tasca proporrà visite guidate gratuite, a cura del Gruppo Archeologico Romano, e un concerto di archi sul magnifico piazzale antistante le Tombe.

Nel laboratorio delle Artingioco, questa volta i bambini potranno giocare con l’arte di Matisse e poi costruire animali giganti nello spazio “Cartoni animali”.

Spettacoli pomeridiani o serali offriranno un interessante panorama dell’attuale produzione teatrale italiana e straniera per ragazzi: teatro di figura e di attore, clownerie, teatro musicale, danza, e “Chica e Miko – Commedia Musicale ecosostenibile per cicale e formiche”, una coproduzione di Arciragazzi Comitato di Roma – Carpet e Pescatori di Poesia, spettacolo interattivo di teatro d’attore, maschere e oggetti animati.

Inoltre, la rassegna cinematografica “Cinema! Cinema! Favole e storie per sognare”, da godere la sera sotto le stelle. Ma anche le nuove tecnologie saranno protagoniste a La Città in Tasca: nel “Villaggio digitale”, si potrà costruire un modello di Città a misura di bambini. La città prenderà vita e i bambini, oltre a creare alcuni elementi (pista ciclabile, parco giochi, ludoteca, ecc.), potranno interagire con tutti i componenti del plastico: controllo del tram, suoni, scambi, itinerari, parcheggio, lampioni, luci nelle case, ecc. per comprendere meglio, giocando, come funziona l’elettricità, cosa sono e come funzionano i robot e altro ancora.

Come sempre, nella Biblioteca de La Città in Tasca si potranno prendere in prestito libri e incontrare autori: quest’anno saranno presentati ai bambini bellissimi libri d’arte, di musica e di scienza, in collaborazione con la Libreria Ponte Ponente e alcuni interventi estemporanei di letture animate dell’ApeLettura delle Biblioteche di Roma e dell’ApePiaggio Bibliolibrò, una nuovissima e scintillante bibliolibreria ambulante. Davanti allo spazio biblioteca inoltre i bambini troveranno degli alberi di legno coloratissimi su cui appendere le loro poesie, quelle che inventeranno a La Città in Tasca.

Anche quest’anno la manifestazione accoglierà infine un “cantiere” un po’ particolare – IL CANTIERE DELLE RE BOAT – dove verranno costruite con materiali di recupero e riciclo le colorate e fantasiose recycled boat che parteciperanno alla VI edizione della RE BOAT RACE, la regata di imbarcazioni “riciclate” più pazza e colorata dell’estate, promossa e realizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Sunrise 1 con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare – Agenzia Nazionale Giovani – ENEA – Coni Comitato Regionale Lazio – Presidenza della Regione Lazio – Municipio Roma IX (ex XII EUR) – EUR SpA. La RE BOAT RACE è aperta a tutti: bambini, ragazzi, adulti, gruppi di famiglie e gruppi di amici se vorranno potranno costruire i loro natanti colorati che prenderanno poi il largo in questa nuova regata originale, divertente ed eco-friendly che si svolgerà al Parco Centrale del lago dell’EUR il 12 e 13 Settembre.

Completamente rinnovati infine si presenteranno lo Spazio giochi a pagamento e lo Spazio Piccolissimi: tanti giochi nuovi ed entusiasmanti per grandi e piccini. Domenica 13 Settembre la manifestazione si concluderà con il Gruppo SciaraBballo, diretto da Antonella Potenziani e Giovanni Tribuzio, che si esibirà in uno spettacolo di danze popolari con musica dal vivo, coinvolgendo bambini e adulti e proponendo pizziche, tammurriate, saltarelli, ballarelle, tarantelle e quadriglie della tradizione delle regioni del Centro Sud d’Italia.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito.

www.lacittaintasca.it

Hebo Race – Basta che Funziona!

Sabato 25 luglio 2015 presso la sede dell’Arciragazzi Comitato di Roma, in Via Giovanni Michellotti 33, si è tenuta la prima Hebo – Race mondiale. Gara a squadre, consiste nella costruzione di robot che dovranno confrontarsi in una corsa su vari percorsi.

Il vincitore è colui che riesce a fare il maggior numero di punti nelle varie corse: 10 punti al primo, 6 al secondo e 4 al terzo.
Un robot deve utilizzare il meno possibile tecnologie pena la perdita di punti conquistati durante la corsa. Insomma divertirsi insieme condividendo conoscenze e passioni comuni e… Basta che Funziona!

IL BOSCO DI LUDOMAGICABU’ – MOSTRA D’ARTE IN LUDOTECA

Il 9 giugno 2015 in Via dei Lincei 93, presso la Ludoteca Ludomagicabù c’è stata l’inaugurazione della mostra d’arte “Il bosco di Ludomagicabù” alla presenza di numerosi bambini accompagnati dai genitori.
Tema della mostra era il riciclo di e la riqualificazione di uno spazio dedicato ai bambini.
Andiamo a vedere di cosa si tratta..

Convegno di chiusura della Campagna: Non Giocarti la Vita

Giovedì 11 giugno, presso il CESV/SPES (Centro di Servizio per il Volontariato del Lazio), si è conclusa la campagna “Non giocarti la vita. Come prevenire la Ludopatia”, promossa da Arciragazzi Comitato di Roma Onlus e finanziata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Obiettivo della campagna: sensibilizzare le giovani generazioni attraverso attività formative svolte durante la stagione scolastica presso le classi quarte dell’Istituto Professionale Luigi Einaudi.
Presenti all’evento esperti del settore come Mauro Mennuni, Riccardo Sinibaldi, Ennio Perez , ed istituzioni che ci hanno presentato i risultati ottenuti.
Vediamo cosa ci hanno raccontato…

Apriti al Mondo!

Alla scuola Palombini di Rebibbia le parole “Apriti Sesamo” non evocano un album di Battiato, nè formule magiche da Alì Babà e i Quaranta Ladroni. Eppure, piccole ma significative magie si realizzano ogni giorno nell’animo dei fanciulli dalle provenienze più disparate, i quali guidati da una paziente insegnante si dedicano all’apprendimento dell’italiano, per loro una seconda lingua da perfezionare.

La missione dell’area intercultura della cooperativa Apriti Sesamo è proprio questa; favorire il dialogo e l’integrazione dei più piccoli. La scuola Palombini, potenziale arena di tensioni, si è trasformata invece, grazie all’intervento di educatori al fianco di determinati insegnanti, nella fucina della futura Roma multietnica. Ecco come noi di TeenPress vi raccontiamo questa realtà.

BATTI IL CINQUE: DIRITTI PER L’INFANZIA

Lunedì, 30 Marzo. Si è tenuta, presso la sede del Parlamentino, la presentazione del documento “Verso la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni per i bambini e gli adolescenti”.
Sono intervenuti il Garante per l’Infanzia, Vincenzo Spadafora, il Ministro per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, la coordinatrice del documento, Liviana Marelli e il costituzionalista, Andrea Morrone.

Tema centrale della giornata la crescita esponenziale della povertà al sud che sta minando i diritti dei bambini e degli adolescenti e la consequenziale mancanza di strategia politica sull’infanzia.

Agesci, Arciragazzi, Cgil, Cnca, Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali, Save the Children Italia, Sunas e UNICEF Italia – promotori del documento “Batti il cinque!”, sottoscritto da 50 organizzazioni e da 200 operatori in occasione della Conferenza nazionale Infanzia (tenutasi a Napoli nel nov.2009) chiedono al Governo impegni precisi in vista dell’adozione del nuovo Piano nazionale sull’infanzia e l’adolescenza.

La promessa del Ministro è di “fare di più con l’avvio di un tavolo permanente in conferenza Stato-Regioni” e un “ddl Boschi”.

Valeria Ricca

Mettiamoci in gioco

Da quando noi di TeenPress ci siamo inerpicati fin su il Palazzo del Carroccio per la presentazione della nuova campagna contro il gioco d’azzardo, la verità ci è balzata agli occhi lampante. Gli angoli dei bar, prima non degni della nostra attenzione, sono improvvisamente diventati le tragicomiche alcove degli schiavi delle slot machines. Anche i momenti più felici si inondano di subitanea consapevolezza; pochi giorni fa, in un tabacchi alla stazione eravamo in attesa di un pullman dal natio sud pieno di bontà di mammà. Ebbene, il cuore slanciatosi in trepida attesa si stringe alla vista di un gruppo di vecchietti chinati con altrettanta speranza sul proprio gratta e vinci. E persino meditando su queste situazioni, seduti sull’autobus che conduce alla sede di TeenPress sulla via Tiburtina, sfavillanti casinò, bingo e sale slot si parano sul nostro tragitto. “Via Tiburtina come Las Vegas!”, denunciano gli attivisti (“Magara!” rispondono i residenti.)

Poi, a fare da contrappunto alle osservazioni quotidiane,  ci sono i numeri: 100 miliardi è il fatturato del gioco d’azzardo (4% del PIL nazionale) dell’industria del gioco d’azzardo; 8 sono i miliardi di tasse corrispondenti; 400.000 sono le slot-machine dislocate nel territorio nazionale; oltre 6000 i locali e agenzie autorizzate. Il gioco d’azzardo a oggi conta 15 milioni di giocatori abituali, di cui 3 milioni a rischio patologico e 800.000 già patologici.

Come risolvere questa deriva sociale? Ecco quello che i politici, sociologhi e psicologi presenti alla conferenza ci hanno raccontato.

 

Area Agio

Si è tenuta il 3 Dicembre 2014 la presentazione del progetto Area Agio, presso la Biblioteca Vaccheria Nardi, zona Tiburtina. Sono intervenute varie figure dell’amministrazione comunale, tra cui il Presidente del Municipio IV, Emiliano Sciascia, l’assessora Maria Muto, i Consiglieri, il Direttore dei diritti di Cittadinanza, ecc. Oltre, ovviamente, alle associazioni costituenti il progetto ATI.

Il progetto, promosso dal IV municipio, rappresenta una “sfida nella sfida”, come sostiene Ruggero Signoretti di Apriti Sesamo, e il suo intento è quello di individuare gli elementi di disagio sociale presenti nell’area del IV municipio (in particolare riguardanti infanzia, adolescenza e stranieri), per poi affrontarli con strategie risolutive integrali, ovvero con un processo concreto a tutti i livelli.
Tali problematiche non erano sconosciute fino ad ora, anzi, ma venivano affrontate da ogni associazione in maniera individuale, ognuna concentrata sullo specifico “campo di appartenenza”. L’innovazione di questo progetto, dunque, sta proprio nel diverso approccio, non più individuale ma di coesione e cooperazione.

Le associazioni che partecipano al progetto sono:

Coop. Apriti Sesamo

Coop. Soc. ABC SOS

Arciragazzi Comitato di Roma

Coop. Eureka Primo

Associazione Onlus La Tenda

Coop. Soc. Nuova Sair, Uisp Comitato di Roma

 

Per saperne di più guardate le nostre interviste e consultate il sito www.areaagio.it

 

Liberi dal gioco d’azzardo. Con l’azzardo ti giochi la vita

Questo lo slogan della nuova campagna di sensibilizzazione contro il gioco d’azzardo: “Mettiamoci in gioco”, la campagna nazionale  promossa dalle più importanti associazioni e sindacati. L’iniziativa, nata nel 2012, mira ad informare l’opinione pubblica e le istituzioni sulla realtà del gioco d’azzardo in Italia e sulle conseguenze economiche, sociali e sanitarie.

Si è tenuta a Roma il 14 Novembre 2014 la presentazione alla stampa, durante la quale è stato illustrato l’obiettivo dell’iniziativa, ovvero sensibilizzare l’opinione pubblica sull’ingannevole strategia dei media nel pubblicizzare il meccanismo delle “vincite facili”. Sono stati realizzati due spot tv e due spot radio, un manifesto, due locandine, tutto promosso attraverso Twitter, pagine Facebook locali co-gestite e un sito internet mettiamociingioco.org
Invece di investire soldi per acquistare spazi pubblicitari, la Campagna punta alle relazioni sociali, alla mobilitazione delle organizzazioni dei soci, e dei volontari.

Vi lasciamo con i video degli spot e vi ricordiamo che..

Il gioco è bello quando dura poco!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alice nella Città in Tasca

Come ogni anno da un po’ di tempo a questa parte, noi della Teenpress siamo stati al più grande evento organizzato dall’Arciragazzi Roma, La Città in Tasca. In onore del ventennale abbiamo tenuto un vero e proprio Laboratorio di Cinema dove, insieme ai bambini, abbiamo deciso di sceneggiare  una storia tra i tanti libri della Biblioteca nel Parco degli Scipioni. La scelta è ricaduta su Alice nel Paese delle Meraviglie. Chiaramente i mezzi a nostra disposizione non erano a livello cinematografico ma, giorno per giorno, abbiamo cercato di riadattare al nostro contesto e al numero dei partecipanti al laboratorio le varie scene che insieme avrebbero composto la storia… Questo è quello che ne è venuto fuori precisando che abbiamo scelto le musiche dei Beatles solo ed esclusivamente per una nostra predilezione ma accorgendoci immediatamente di come fossero “naturalmente” adatte al nostro scopo.

Buona Visione

Giovanni, Ornella e Valeria.

Arrestato Justin Bieber l’idolo delle teenager

Ciao a tutti, le alte cariche del blog oggi mi hanno assegnato l’articolo su Justin Bieber e io come Garibaldi “obbedisco”.

La notizia è che il giovane “cantante” è stato arrestato (guida in stato di ebbrezza) per poi essere rilasciato su cauzione, a causa di una presunta dipendenza da steroidi che gli altera l’umore.

Questa è solo l’ultima delle bravate, se così si possono chiamare, del “cantante” classe 1994.

Passiamo infatti dall’essere ripreso mentre tira uova contro la casa del vicino a festini con due escort brasiliane. In Argentina durante un concerto ha calpestato la bandiera del Paese Sud Americano rischiando l’incidente diplomatico tra Canada e Argentina.

Quelle poche volte che sale sul palco, spesso capita che tra collassi e vomito, non riesce nemmeno a portare a termine il concerto.

Le purtroppo migliaia di ragazzine che lo seguono, pur di portare a casa un cimelio del cantate sono disposte perfino a farsi sputare in faccia, come è successo a Toronto.

Parlare di musica non ha davvero senso, anche perché lo ammetto non ho mai ascoltato un suo pezzo.

Ci sono tutte una serie di cose che mi stanno a cuore sia come ascoltatore di musica che come cittadino di questo Paese. Parlando di musica credo che negli ultimi 20-30 anni la qualità della musica si sia involuta parecchio. Mentre prima, con il cantautorato italiano di De Andrè, Finardi, Fossati, ma anche il rock italiano degli Area, CCCP solo per citare due gruppi, si sentiva forte il bisogno di cambiare qualcosa nella società (bisogna dire che gli anni settanta erano un po’ diversi dai nostri), questi artisti vedevano nella musica un mezzo efficace per fare ciò, a volte ci riuscivano, a volte no.

Tutto ciò, a mio giudizio, si è perso facendo spazio alla musica di puro intrattenimento.

Mi chiedo che ruolo posso avere la musica oggi

Credo che ci siano ancora molte cose belle ed  interessanti da ascoltare, italiane e non.

Noi ogni settimana nel nostro piccolo cerchiamo di raccontarne una.

Roberto

Roma Futsal

Chiudo gli occhi e vedo i passi, prima lenti e poi veloci,  dei miei scarpini, mentre i muscoli delle mie gambe si caricano nello sforzo di arrivare prima sulla palla, di saltare più in alto; sento l’odore della terra, poi diventata erba sintetica mentre tutto intorno vedo volare sabbia, gommini sintetici sollevati dalla furia cieca di segnare e vincere la partita, dalla volontà di impedire alla palla di entrare nella mia porta.
Tutto questo e altre mille sensazioni mi attraversano ogni volta che allaccio gli scarpini ed entro in campo con la maglia della Roma Futsal.
Far parte della storia del calcio a 5 italiano – anche se la mia è una parte estremamente minuscola, mai sono andato oltre la serie d che è la categoria più bassa di questo sport – mi riempe di orgoglio e mi da gli stimoli per continuare ad allenarmi, nella speranza di vedere questa società tornare ai livelli che gli competono.
La storia della Roma Futsal affonda nelle radici stesse del calcio a 5 italiano, essendo questa società nata nel 2004 dalla fusione di due gloriose squadre (Roma RCB e BNL Ciampino), per poi nel 2006 incorporare anche il Cinecittà calcio a 5.
Non basterebbero due pagine per elencare i trofei vinti da queste società e i grandi giocatori che hanno vestito questa maglia: la Roma RCB ha partecipato fin dal 1983, anno del primo campionato italiano, ai campionati federali vincendone 5 (unica squadra italiana a esserci riuscita), l’ultimo nel 2000 – 2001 quando si chiamava Lamaro Roma (denominazione questa assunta nel 1997), più due coppe Italia e un European Champions Tournament (la coppa dei campioni, per intenderci, attualmente denominata Uefa Futsal Cup); invece il Gruppo sportivo della BNL (Banca Nazionale del Lavoro), denominata successivamente anche BNL Roma o BNL Calcetto, nacque nel 1987 e segnò la storia del calcio a 5 italiano degli anni 90′, giocando ben otto finali scudetto consecutive (tra il 1992 e 1999), con quattro successi, a cui si aggiungono una supercoppa italiana e un European Champions Tournaments; il Cinecittà calcio a 5 vinse serie b, più finale di coppa italia di categoria C1, coppa di categoria C2 e serie D; fra i giocatori storici di queste società i fratelli Roma, Giovanni e Ivano, Gianfranco Angelini, considerato da molti uno, se non il miglior portiere italiano di sempre, Cristiano Scandolara, Vinìcius Omori Duarte, Andrea Rubei, forse il più forte giocatore di scuola italiana di tutti i tempi, solo per citarne alcuni.
La Roma Futsal, ora denominata Wish Roma Futsal (dal nome del suo sponsor principale), disputa da alcuni anni la serie D laziale, con la fondata speranza di ritornare nel più breve tempo possibile nel Futsal che conta; è inserita quest’anno nel girone g della provincia di Roma e si trova attualmente al 4° posto, posizione che le permetterebbe di accedere ai playoff per la serie c2, a cui  accedono le squadre classificatesi fra il 2° e 4° posto di ogni girone. Punto di forza della squadra è l’attacco e la sua capacità di pressare l’avversario, caratteristica quest’ultima, che permette, se la squadra è in giornata positiva, di segnare molti gol (con 98 reti in 14 giornate è infatti fra i migliori attacchi della serie d laziale) e di sfiancare l’avversario, costretto spesso a inutili corse; fra i giocatori di spicco della squadra Mirko Scano e Fabrizio Fanti, autore per ora di 24 reti, già compagni di squadra ai tempi del Cinecittà vincitore della b, dotati entrambi di una buona tecnica e di grande esperienza; il vero motore trainante però, oltre al gruppo, è l’allenatore Remo Arnaudi, ex giocatore nonché colui che ha permesso la fusione che ha portato all’attuale Roma Futsal, grande conoscitore di questo sport e grande motivatore, capace di far sentire importante anche chi, come il sottoscritto, si trova nella fase calante della carriera (usare questa parola nel mio caso è un’esagerazione) e quindi a livello tecnico aggiunge poco, per non dire nulla alla squadra.
La sede degli allenamenti e delle partite casalinghe, che si disputano il sabato alle 15, è il circolo Tennis Club Oasi di Pace sito in Via degli Eugenei 2, in zona Appia/Quarto Miglio, a poche centinaia di metri dall’Appia antica e da Via di Tor Carbone.

Giacomo Santamaria

X Congesso Nazionale Arciragazzi

29 Novembre – 1 Dicembre 2013
Da pochi giorni si è concluso il X congresso nazionale dell’Arciragazzi. Dopo tre giorni di intenso lavoro è stato scelto come nuovo presidente Camillo Cantelli (Arciragazzi di Caserta), che succede a Lino D’Andrea, ed è stato approvato il documento “Un’Italia da ricostruire partendo dai bambini, dai ragazzi e dai giovani”. Tale documento pone le basi programmatiche per un’azione più forte a difesa dei diritti dell’infanzia, attraverso un rafforzamento delle Reti, cioè dei collegamenti fra i vari livelli territoriali dell’associazione e altri enti, gruppi o associazioni, a partire dall’Arci da cui l’Arciragazzi si è formata nel 1981.
Dai numerosi interventi durante i tre giorni di congresso e dalle numerose interviste effettuate è emersa l’immagine di un’Associazione ben radicata sul territorio (basti ricordare che è presente in 15 regioni italiane con 150 circoli) e caratterizzata da un’ampia gamma di attività, che vanno dall’animazione alle attività in ludoteca, dalle case famiglia per minori non accompagnati ad attività di educazione ambientale.
Nei prossimi anni obiettivo principale dell’Arciragazzi sarà, quindi – oltre a sviluppare e coinvolgere ancor di più la sua Rete associativa – sensibilizzare le istituzioni e i cittadini riguardo ai diritti dell’Infanzia e alla forte necessità non solo di rivedere le politiche al riguardo, ma anche il modo di pensarle, poiché sono spesso esclusivamente impostate secondo una visione adultocentrica che non tiene conto né delle opinioni né dei bisogni reali dei minori.
Vi lasciamo con un piccolo omaggio video/fotografico per ricordare i momenti più belli

 

Giacomo Santamaria

Il Gioco non VALE la Candela

2° save the date

Martedi’ 19 novembre 2013 alle ore 10.00 presso la sede di roma cesv – spes centri di sevizio per il volontariato del lazio a via liberiana, 17 – 00185 roma si è svolto il convegno di conclusione del progetto :il gioco non vale la candela
conoscere e prevenire la dipendenza del gioco d’azzardo
che attraverso un pamphlet curato dallo scrittore ennio peres e da un video realizzato dai giovani della 3a e 3d dell’istituto comprensivo “Giorgio Perlasca” di Roma, ha messo in evidenza le grandi problematiche  scaturite dal gioco d’azzardo. Il convegno è stato moderato da Sandra Cecchi – giornalista rai – tg2 autrice del servizio “condannati a perdere”, andato in onda il 13 gennaio 2013 in tg 2 dossier (un approfondimento dedicato proprio al gioco d’azzardo)Sono intervenuti al convegno : Renzo Razzano presidente della SPES, Ennio Peres, Sabina Polidori,  l avv. Enrico Saracini

il messaggio comune è  “Prevenire è meglio che curare” il proverbio che bene si affianca all espressione “il gioco non vale la candela”: Conoscere, sapere, informare sui rischi che si corrono praticando il gioco d’azzardo è il primo passo per cautelare l’intera società. Gratta e vinci, estrazioni del Lotto e del Superenalotto, AVP, Gioco Online, VLT  non rispecchiano il concetto intrinseco di gioco di gioco: “Si considera gioco, qualsiasi attività, liberamente scelta, a cui si dedichino, singolarmente o in gruppo, bambini e adulti senza altri fini immediati che la ricreazione e lo svago, sviluppando ed esercitando, nello stesso tempo, capacità fisiche, manuali e intellettive”. Nulla a che vedere con il “gioco d’azzardo” che in Italia non conosce crisi: oltre 15 milioni, di cui 3 milioni sono a rischio di sviluppare dipendenza) soprattutto tra la popolazione di ceto medio-basso e tra i giovani, che rischiano di sviluppare una forte dipendenza dal gioco e di entrare nel tunnel dell’indebitamento, , nelle peggiori ipotesi anche con le banche, il mondo della criminalità e l’usura.Occorre prevenire e spiegare, soprattutto ai giovani, i rischi che si corrono a praticare queste attività “sempre in perdita”. Informare per mettere in guardia i ragazzi, gli adulti e la società sui pericoli che ne derivano è il primo traguardo.

X Congresso Nazionale Arciragazzi: Diamo un po’ di numeri

Grande partecipazione al X Congresso Nazionale Arciragazzi con il 98% di affluenza.
Sono intervenuti 80 partecipanti di cui 63 delegati, 13 ospiti, 4 invitati.
Ben 11 le Regioni presenti  con la Lombardia che ottiene il primato di adesione (19,44%).

 

98% affluenza al Congressoregionipartec

80 partecipanti

63 delegati

13 ospiti

4 invitati

11 Regioni

27 CircoliPartecipanti

 

X Congresso Nazionale Arciragazzi: le interviste

In questo articolo presentiamo tutte, ma proprio tutte, le interviste realizzate durante il Congresso Nazionale! Buona visione e non dimenticate di condividere sui vostri social network preferiti!

X Congresso Nazionale Arciragazzi: Rassegna Stampa

-Blog :Arciragazzi Palermo : Un’ Italia da Ricostruire partendo dai bambini, dai ragazzi e dai giovani.

– Blog: TeenpressRoma: Un’ Italia da Ricostruire partendo dai bambini, dai ragazzi e dai giovani.

– Blog: Associazione Salta Banco: Verso il Congresso Nazionale Arciragazzi.

-Blog: Comitato Provinciale Arciragazzi Brescia: Congresso nazionale 2013.

 

X Congresso Nazionale Arciragazzi: il poster

Disponibile anche come file PDF e “L’Italia da Ricostruire” rilasciata sotto Licenza Creative Commons (BY-SA).

Poster X Congresso Arciragazzi

Clicca per avere la versione ad alta risoluzione

X Congresso Nazionale Arciragazzi: Roma

Poster X Congresso Nazionale Arciragazzi

Programma

29 Novembre

Sala Gonzaga del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale – Via della Consolazione, 4

  • Ore 14.00 – 16.00 Accoglienza dei delegati presso la sala Gonzaga del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale – Via della Consolazione, 4 (nei pressi del Campidoglio – in allegato planimetria e itinerario dalla stazione Termini).
  • Ore 16.00 Apertura del Convegno “Un’Italia da ricostruire partendo dai bambini, dai ragazzi, dai giovani”.
  • Ore 18.00 Verifica dei poteri e apertura del Congresso. Al termine, trasferimento in pullman dei delegati verso l’Hotel Best Western “Blu Hotel Roma” in Largo Domenico de Dominicis, 4 (Portonaccio) e sistemazione in camera.
  • Ore 20.00 Cena in albergo. A seguire, trasferimento dei delegati alla struttura CARPET di Arciragazzi Roma, in Via Luigi Morandi 9 per intrattenimento musicale.

30 Novembre

Sede ARCI Nazionale – Via dei Monti di Pietralata, 16

  • Ore 9.00 Apertura lavori Congresso
  • Ore 13.00 Pausa pranzo
  • Ore 14.30 Ripresa lavori Congresso
  • Ore 20.30 Pausa cena. A seguire e per chi lo desidera, presso il Teatro Valle Occupato – Via Teatro Valle, 21 è previsto un concerto (www.teatrovalleoccupato.it)

1 Dicembre

Sede ARCI Nazionale – Via dei Monti di Pietralata, 16

  • Ore 9.00 Lavori Congresso fino alla sua chiusura
  • Ore 13.00 Pranzo e partenza delegati

Infoline: 3386714053

Luoghi del Congresso:

Sala Gonzaga del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale – Via della Consolazione, 4

Visualizzazione ingrandita della mappa

Hotel Best Western “Blu Hotel Roma” – Largo Domenico de Dominicis, 4

Visualizzazione ingrandita della mappa

CARPET di Arciragazzi Roma – via Luigi Morandi 9

Visualizzazione ingrandita della mappa

ARCI Nazionale – Via dei Monti di Pietralata, 16

Visualizzazione ingrandita della mappa

Teatro Valle Occupato – Via Teatro Valle, 21

Visualizzazione ingrandita della mappa

Un ponte di volontari

Grazie all’associazione “Idea Solidale” di Torino che gestisce il centro per i servizi al volontariato (CESV), in collaborazione con SPES CESV di Roma si è creato, nei giorni tra il 14 e il 18 ottobre un ponte di volontari tra Torino e Roma. Una delegazione di associazioni di volontariato di Roma e provincia hanno potuto visitare le diverse realtà torinesi nel campo del volontariato, tra cui era presente anche l’Arciragazzi Comitato di Roma.
Un vero e proprio scambio di opinioni, pareri e informazioni integrate con le varie visite alle associazioni torinesi.
Una prima parte di attività è stata svolta presso la Cascina Roccafranca, struttura recuperata e ristrutturata, divenuta successivamente centro culturale e ricreativo con molteplici attività, quali botteghe tematiche e sportelli di ascolto, nonché spazi ludici per bambini. Presso la cascina le associazioni hanno partecipato al seminario “Consistenza e valorizzazione del Volontariato” durante il quale si è ragionato, tramite anche un confronto con le associazioni del Lazio, sul “valore aggiunto”dal punto di vista economico che grazie all’opera dei volontari viene realizzato. Nel corso dell’incontro si sono uniti al dibattito anche alcuni volontari portoghesi ospitati dall’associazione AVO – Piemonte nell’ambito di un progetto di formazione S.V.P. (senior volunteer program)

Cascina Bert

Cascina Bert

Una passeggiata nella natura nel Parco della Maddalena ha portato i volontari a visitare la Cascina Bert, concessa dall’amministrazione comunale all’associazione “Pro Natura Torino”, con lo scopo di trasformarla in un punto di riferimento turistico e in un centro di educazione ambientale e didattico per attività da svolgersi con le scuole.

Museo del carcere "Le Nuove"

Museo del Carcere “Le Nuove”

Successivamente la visita al Museo del Carcere “Le Nuove” ha rappresentato per i partecipanti un vero e proprio tuffo nel passato e la mostra “internati militari italiani”, curata dall’Associazione  “Nessun uomo è un’isola”, ha sensibilizzato sui temi della memoria storica, mediante l’ascolto di varie testimonianze, che hanno permesso di rivivere quei luoghi nascosti dove uomini comuni soffrirono per l’affermarsi dell’Italia libera e democratica. la in un punto di riferimento turistico e in un centro di educazione ambientale e didattico  per attività da svolgersi con le scuole.
In seguito, in collaborazione con il segretariato sociale Rai durante il seminario “Comunicazione e Volontariato”, si è discusso sull’importanza dell’interazione tra le varie associazioni presenti che grazie ai media, alla tecnologia e ai vari social network possono comunicare tra loro internamente ed esternamente in modo più veloce ed efficiente.
Le associazioni che operano nel settore socio-assistenziale, tra cui l’Arciragazzi, hanno fatto visita  all’associazione UNISINF (Unità di soccorso informatico), che con l’aiuto di vari operatori facilità,  mediante l’utilizzo delle tecnologie informatiche, l’acquisizione di autonomia nella comunicazione, nell’apprendimento, nelle attività ludiche e negli interessi professionali a persone con mobilità ridotta.
Uno sguardo attento ai nostri vicini “invisibili”, in aumento nelle nostre città, è stato rivolto attraverso l’associazione Opportunanda che ogni giorno rappresenta una valida alternativa alla strada, mediante attività di sostegno abitativo, centro diurno e centro di ascolto, aiutando e ospitando tante persone sopratutto nei mesi invernali. Tante sono le attività di laboratorio svolte dall’associazione per creare socializzazioni e fa riemergere delle abilità e conoscenze a volte dimenticate, come ad esempio laboratori di cucina, di cucito e di informatica.

Serata EtnicaSi è proseguito con una visita all’ASAI. Tra le tante attività svolte da questa associazione ci sono: il supporto scolastico, corsi di italiano per minori e adulti, laboratori artistici, soggiorni estivi ed invernali, sportello per il lavoro e laboratori interculturali. L’associazione dunque si occupa dell’educazione, animazione e sopratutto dell’integrazione tra diverse culture, quell’integrazione che i volontari hanno potuto vivere da vicino assaporando il gusto di una cena etnica presso la loro sede,con un accompagnamento musicale che spaziava tra vari generi di varie nazioni.
Quasi al confine con la Francia i volontari fanno visita al Centro volontariato Val Pellice, un’organizzazione di volontariato che coordina e collega le organizzazioni presenti nella valle. Sono state presentate alcune esperienze e progetti realizzati di notevole impatto sulla comunità locale: il progetto “far salute insieme”, “ti faccio un po’ di spesa”, e il “telesoccorso”.

Abbazia di Santa Maria di Staffarda

Abbazia di Santa Maria di Staffarda

Infine, sulla strada per Pinerolo in piena pianura i volontari sono stati accolti dalla tranquillità dell’Abbazia di Santa Maria di Staffarda, uno dei grandi monumenti medievali del Piemonte, curata da alcune associazioni della zona.
Sono stati giorni pieni di scambi di idee e di arricchimento sociale e culturale, grazie a tutte le associazioni Torinesi e provincia che hanno ospitato i volontari di Roma e provincia e che hanno aperto questo canale di scambio. Non ci resta che aspettare i nostri amici torinesi a Roma dall’11 al 15 novembre prossimo, per ricambiarli con altrettanta ospitalità ed instaurare nuovi ponti.

IMG_2739

Caterina Acquaviva