Category Archives: Zaino in Spalla

Torna #ioleggoperché: gli eventi in programma a Roma.

Da sabato 21 a domenica 29 ottobre 2017 torna #ioleggoperché, la più grande iniziativa nazionale per la promozione della lettura, quest’anno alla sua terza edizione (qui il sito).

Organizzata dall’Associazione Italiana Editori, l’iniziativa vive grazie all’impegno e all’entusiasmo di insegnanti, librai, bibliotecari e cittadini, che in questi 9 giorni raccoglieranno libri per arricchire il patrimonio librario delle biblioteche scolastiche che ne faranno richiesta attraverso il portale.

Gli editori doneranno ad ogni scuola, per ordine di grado, lo stesso numero di libri.

Per incrementare le donazioni si organizzeranno eventi, letture ad alta voce, presentazione di libri e incontri con gli autori, spettacoli, flash mob letterari e tanto altro ancora. Le cinque scuole che avranno organizzato gli eventi più originali e coinvolgenti saranno premiate con un buono acquisto del valore di 2.000 euro, da spendere ovviamente nell’acquisto di libri.

Ecco gli eventi in programma a Roma:

  • dal 21 al 29 ottobre, presso la libreria Il Giardino del Mago (via Valle Corteno 50/52, 00141 Roma) sarà possibile acquistare libri da donare alle seguenti scuole: IC Maria Montessori, Liceo Statale Maria Montessori e Scuola Primaria Don Bosco;
  • il 24 ottobre, dalle ore 10, presso la biblioteca scolastica dell’Istituto comprensivo Alzavole (via Belon 150, 00100 Roma), il fumettista Alessio Spataro presenterà la graphic novel Violeta, biografia disegnata di Violeta Parra;
  • il 24 ottobre, dalle ore 17.00, presso la Dei Merangoli Editrice (Complesso Architettonico di Santa Maria dell’Orto – Cortile dei Merangoli – Via Anicia 10, 00153 Roma) verrà presentato il libro di poesie Crolli, con letture dell’autrice Rosaria Lo Russo;
  • il 25 ottobre, dalle ore 17, presso la Libreria del Sole (viale Caduti Guerra di Liberazione, 470, 00128 Roma), ci sarà la presentazione del libro Il tempo delle ciliegie di Gianlivio Fasciano;
  • il 28 ottobre, dalle ore 17.30, presso l’MCP SERVIZI (Roma Flaminio – Via G. Reni 2/D, 00196 Roma) verrà presentato il libro Anche i pidocchi vanno in paradiso, di Andrea Gironda.

Vi invitiamo a non perdere l’occasione e a partecipare all’iniziativa, perché impreziosire di nuovi libri le biblioteche scolastiche significa arricchire il bagaglio culturale dei ragazzi che li leggeranno.

 

Anna Tanzi

Torna “La Città in Tasca” 1 -10 Settembre 2017

“La Città in Tasca” cultura, spettacolo, gioco con i bambini e i ragazzi di Roma – giunta alla XXIII edizione – nasce negli anni ‘80 con l’Arciragazzi Comitato di Roma Onlus per promuovere spazi urbani sempre più a misura di bambino. Obiettivo dell’Evento è quello di condurre bambini e ragazzi a sperimentare linguaggi nuovi, scoprire realtà culturali e sociali diverse, conoscere ed apprezzare le arti, ampliare i propri orizzonti, sensibilizzandoli, fin dalla prima età, al mondo delle arti per una crescita formativa ed educativa.

Un appuntamento che è diventato cosi, nel corso delle sue tante edizioni, un leitmotiv dei pomeriggi d’estate dei bambini di Roma che fa parte del grande contenitore dell’Estate Romana per il triennio 2017/2019. Un viaggio alla scoperta delle arti, con interessanti laboratori che conducono i bambini alla scoperta della scrittura, del riciclo, della manualità, della danza, della musica, del cinema e del fumetto.

info: www.lacittaintasca.it

o su Facebook /laCittàinTasca/

Esquilino Express

Il mercato più Multietnico di Roma è protagonista nel terzo appuntamento della nostra rubrica.

Buona visione.

La Casetta della Cultura

Martedi 31 Maggio in un pomeriggio di letture animate, giochi e musica, i bambini della Ludoteca Ludomagicabu di via dei Lincei 93 hanno consegnato ai cittadini del Lotto 1 di Tor Marancia un Casetta per il bookcrossing, un’iniziativa di scambio gratuito di libri. In una bella giornata di sole ascoltiamo cosa ci hanno raccontato i protagonisti.

 

 

Anche i ricchi… Piangono?

Nel secondo appuntamento della Rubrica dedicata ai quartieri di Roma, siamo stati nel cuore di quella che storicamente è considerata l’élite della città: il quartiere Parioli.

Alla luce di quanto era emerso dal nostro primo servizio sulla ex borgata di Pietralata, quel che viene fuori dalle interviste rivolte ai “pariolini” sembra davvero interessante e anche inaspattato…

Per questo la domanda che ci poniamo in questa seconda piccola inchiesta è la seguente: anche i ricchi piangono?

Quali sono le differenze e le analogie rispetto a un quartiere popolare come quello di Pietralata?

Venite a scoprirlo con noi…

Camminare tra i sogni

Camminare in mezzo ai sogni, immergersi nella creatività e nella storia è possibile perché in via Tuscolana 1055, presso gli storici studi cinematografici di Cinecittà, con Cinecittà si Mostra, tutti i giorni a esclusione del martedì, è possibile fare visite guidate, anche per gruppi scolastici, e visitare la mostra permanente dedicata al cinema e alcuni set. Inoltre con Cinebimbicittà, ogni domenica, per i più piccoli (5 – 12 anni), oltre alle consuete visite ci sono dei laboratori tematici: regia, sceneggiatura, scenografia, pittura e costumi in cui ogni bambino o bambina può imparare a conoscere il mondo del cinema in tutti i suoi aspetti.

Giacomo Santamaria

Good Deeds Day

I soli primaverili non solo stanano noi di TeenPress dal nostro covo di Pietralata, ma ci spingono anche ad impegnarci nelle famose “buone azioni” di collodiana memoria. Il “Good Deeds Day”, che a Roma ha avuto luogo nel Circo Massimo, non è solo un giorno per ricordarci di essere più buoni. E’ un’occasione in cui associazioni ed individui impegnati in ideali per il miglioramento della società si riuniscono e rendono partecipi i cittadini del loro inesorabile impegno. Che si tratti di evangeliche vestite da fragole guidate dall’inspirazione divina o di sagge messicane in lotta per riproporre una versione alternativa della propria bandiera, lo spirito e il morale sono alti. Seguiteci nella mischia!

 

Mezzogiorno di Fuoco

È mezzogiorno, e con telecamera e microfono ci avventuriamo in uno dei tanti rioni della ex borgata di Pietralata. Girando tra le strade, il bar e il mercato, cerchiamo di indagare un po’ sulla vita dei giovani e dei bambini del posto ma quello che ne è emerso è un malcontento generalizzato. Il nostro servizio ha preso i toni dell’inchiesta. Andiamo a vedere cosa ne è uscito fuori.

Il Giardino di Matisse

Passare del tempo in famiglia divertendosi tutti insieme? Questo era uno degli obiettivi del laboratorio “Il giardino di Matisse” dedicato all’omonimo libro ispirato alle opere di Henry Matisse, e rivolto ai bambini dai 3 ai 6 anni e alle loro famiglie che si è svolto domenica 15 marzo presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma.

Dopo una visita guidata i bambini, con l’aiuto dei loro genitori, hanno colorato e ritagliato delle figure utilizzando la tecnica del collage utilizzata negli ultimi anni di vita dal pittore.

Bianco Teatro al museo

Sabato 20 febbraio al Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari terza e ultima giornata dedicata al Bianco Teatro di Fernanda Pessolano, un laboratorio per bambini sulla costruzione di teatrini di carta. Palcoscenici in miniatura, architetture, oggetti evocativi, personaggi, sagome, mobili di carta, oggetti di scena e quinte, realizzati con materiale da riciclo, sono gli ingredienti fondamentali del laboratorio. Siamo andati alla scoperta non solo dei bambini ma anche di quei genitori che trovano del tempo da dedicare a se stessi e ai loro figli per dare spazio alla creatività e all’immaginazione liberi dagli oggetti tecnologici…

 

Direzione Techno Town

Chi si aspetterebbe mai di trovare il paese delle meraviglie della tecnologia nel cuore del Villa Torlonia, a Roma? Stiamo parlando di Technotown, una ludoteca tecnologico scientifica situata all’interno del Villino Medievale, un sobrio edificio novecentesco che si fa spazio tra gli eleganti arbusti del parco romano.

In questo spazio dedicato a bambini e ragazzi, natura tecnologia e creatività convivono. In nove stanze equipaggiate con diverse tecnologie, dai lego mindstorm a sensori botanici, i giovani technoscienziati possono imparare attraverso il gioco.
La tecnologia non è più un passivo assuefarsi a tablet e cellulari, ma un immaginare possibilità per un futuro più ecosostenibile e all’insegna della conoscenza.

Nella nostra visita a Technotown vi accompagneremo nelle varie stanze delle meraviglie, guidati dal puntuale e appassionato responsabile di Technotown Gabriele Catanzaro.

 

Giovani Creativi: Cristiano Quagliozzi

Noi della TeenPress non riusciamo a tener ferme le nostre idee che vengono fuori una dopo l’altra per poi prendere forma…
E’ così che è nata una nuovissima Rubrica: “Giovani Creativi”, uno spazio che darà voce a una serie di artisti giovani che man mano conosceremo e che ci verranno a trovare all’interno della nostra redazione, a Pietralata.
Converseranno con noi ai nostri microfoni, ci racconteranno quello che fanno, come lo fanno e perché lo fanno…
La rubrica “Giovani Creativi” viene inaugurata da un artista romano, Cristiano Quagliozzi, che si muove all’interno di diverse forme artistiche.
Ci ha parlato della sua quotidiana dedizione verso l’urgenza di comunicare…
…e allora venite con noi a conoscerlo!

Se volete sapere di più su di lui potete seguirlo su Facebook qui:
Cristiano Quagliozzi

 

Inoltre potrete trovarlo a questi appuntamenti:
Dal 12 al 19 Dicembre ore 17.00:
La Mostriciattola” di Cristiano Quagliozzi,

Libreria Caffè Letterario Mangiaparole
Via Manlio Capitolino 7/9 Roma (Metro A – Furio Camillo)

Il 18 Dicembre alle ore 21.00 e il 19 Dicembre  alle ore 23.00:
Presentazione del libro “Homo Homini Virus” di Ilaria Palomba
Performance con Marilena Votta, Antonio Bilo Cannella e Dr. Lops

Libreria Caffè Letterario Mangiaparole
Via Manlio Capitolino 7/9 Roma (Metro A – Furio Camillo)

Dal 10 al 13 Dicembre alle ore 21:00 (il 13 anche alle ore 17:00):
Le Bombe sono tutte Buttane” di Giuseppe Arnone
con Giuseppe Arnone, Alessandro Giova, Simona Epifani. Regia di Enzo Miccio

Via Vestricio Spurinna 47 Roma (Metro A – Numidio Quadrato)

Giornata Nazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza 2015

Il 19 Novembre siamo andati a Piazza D. Sauli nel Municipio VIII di Roma Capitale, zona Garbatella, per documentare una delle tante iniziative che si sono svolte in tutta Italia per celebrare la Giornata Nazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (legge 285).

 

Andiamo a vedere cosa hanno fatto.

Una giornata alla Maker Faire Roma

16 Ottobre 2015, zona Viale Regina Margherita di Roma, presso l’Università la Sapienza inizia il Maker Faire la tre giorni dedicata all’innovazione tecnologica ma non solo, una tre giorni fra stampanti 3D, droni, sculture autoilliminanti e tanto altro. Il Maker Faire è nato nel 2006 da un’idea di Make Magazine per celebrare “ le arti, l’artigianato, l’ingegneria, i progetti scientifici, il fai da te”, la prima edizione è stata organizzata a San Mateo, California, ma sono stati organizzati anche in altre città fra i quali: New York, Detroit, Newcastle, Barcellona e Roma.

Parola d’ordine di questo tipo eventi è “fai da te e facciamo insieme” e i protagonisti sono i Makers: persone dotate di curiosità, di voglia di conoscere e creare utilizzando tutto quanto la tecnologia e l’artigianato mette loro a disposizione.

“Non c’è bisogno del permesso di nessuno per fare grandi cose.”

Massimo Banzi curatore del Maker Faire e cofondatore di Arduino, un piccolo hardware open source e a basso costo che ha permesso a questo movimento di crescere esponenzialmente a livello mondiale in pochissimi anni.

 

Giacomo Santamaria

In Vacanza con i Bambini: Tutti i Consigli per un Viaggio in Sicurezza

Andare in vacanza con la propria famiglia è sempre un’esperienza piacevole, ma se sono presenti dei bambini – soprattutto se piccoli – è necessario organizzare la vacanza con cura e prendere tutte le precauzioni necessarie per evitare imprevisti o per saperli gestire nel modo migliore, in maniera tale che non compromettano la vacanza.

Il primo requisito per un viaggio di famiglia è che questo sia sicuro e per fare in modo di viaggiare sicuri è consigliato stipulare un’assicurazione per viaggio all’estero e ottenere online tutte le informazioni prima della scelta in siti completi come polizze-viaggio.it. In questo modo si potrà partire senza particolari pensieri e concentrarsi su altri aspetti del viaggio stesso. Se in famiglia abbiamo un neonato, è indispensabile seguire alcuni consigli grazie ai quali organizzare la vacanza risulterà più semplice e più sicuro.

Al contrario di quanto pensano in molti, nessuna destinazione è preclusa quando si viaggia con bambini molto piccoli, anche se fra montagna e mare forse è preferibile la tranquillità della campagna; nella programmazione della vacanza, inoltre, è opportuno tenere conto della tempistica per le vaccinazioni obbligatorie, in modo da poter rispettare le scadenze.

Vacanza con i Bambini 02

Sono assolutamente da evitare le aree vicine a stalle e stagni, poiché in queste zone si concentrano insetti che ad oltre ad essere estremamente fastidiosi possono anche trasformarsi in veicoli di malattie. Un neonato ha soprattutto bisogno di tranquillità, ritmi regolari e un clima che sia temperato, ecco perché vanno evitati luoghi troppo caldi, come ad esempio il mare. In questo senso bisogna prestare particolare attenzione alla disidratazione, che nei neonati è un rischio concreto in quanto il loro organismo è ancora vulnerabile alle alte temperature; il piccolo può essere disidratato quando urina poco, e il pannolino risulta fin troppo spesso asciutto, le mucose sono secche, è irritabile e la temperatura corporea è alterata.

Travel and adventure concept. Summer vacation

Andrebbero evitati, inoltre, sia i luoghi troppo isolati che quelli eccessivamente affollati, mentre se si opta per la montagna non bisogna salire a quote superiori ai 2 mila metri. Per quanto riguarda l’abbigliamento, accanto a indumenti leggeri e di colore chiaro bisogna portare un cappellino a falda ampia che protegga anche gli occhi oltre alla testa.

Non scordare i prodotti per il suo benessere come la pomata per contrastare gli arrossamenti ed eventualmente anche farmaci, in questo caso però bisogna consultarsi con il pediatra prima di partire per capire come comportarsi in caso di problemi di salute del piccolo. Meglio rimandare più avanti, invece, i viaggi in aereo, fonte di eccessivo stress per un neonato fra rumori, sbalzi di pressione e di temperatura che il suo organismo non è ancora preparato ad affrontare.

CONTESTECO

Siamo stati alla premiazione di CONTESTECO un concorso sostenuto dalla Regione Lazio Direzione Regionale Formazione, Ricerca e Innovazione.

Il progetto rivolto ai presidi, ai professori, ai rappresentanti dei genitori, di classe e d’Istituto e soprattutto ai giovani allievi che hanno avuto la possibilità con CONTESTECO di realizzare una vera opera d’arte d’ingegno e design e partecipare alla VI edizione della Re Boat Race, la regata più pazza e colorata d’Italia, a Roma, al Parco Centrale del Lago dell’ EUR a Settembre 2015.

E’ stato possibile, infatti, costruire un’imbarcazione con un sistema di propulsione ecologico a “impatto zero” che dovrà essere realizzata con almeno il 90% di materiale di recupero, riuso e riciclo.

Ecco cosa abbiamo scoperto!

La Città in Tasca 2015 – 4/13 Settembre

Nella XXI edizione de LA CITTA’ IN TASCA le arti saranno più che mai protagoniste. Dal 4 al 13 Settembre, tutti i giorni dalle 17,00 alle 23,00 torna ancora una volta con l’Estate Romana – al Parco degli Scipioni in via di Porta Latina, 10 – LA CITTA’ IN TASCA, cultura, spettacolo, gioco con i bambini e i ragazzi di Roma, organizzata dall’Arciragazzi Comitato di Roma e oggi alla Sua XXI edizione.

Clicca e scarica la Brochure 2015

Nell’ambito della sezione “I Cantieri dell’Arte”, con il progetto “Arte contemporanea nella Roma Antica”, quattro artisti, giovani ma già affermati – Maria Antonietta Bagliato, Adriana Ferrante, Cristiano Quagliozzi e Milena Scardigno – realizzeranno, insieme ai bambini, quattro installazioni che resteranno nel parco degli Scipioni come testimonianza artistica contemporanea.

E per valorizzare questi preziosi tesori del passato, La Città in Tasca proporrà visite guidate gratuite, a cura del Gruppo Archeologico Romano, e un concerto di archi sul magnifico piazzale antistante le Tombe.

Nel laboratorio delle Artingioco, questa volta i bambini potranno giocare con l’arte di Matisse e poi costruire animali giganti nello spazio “Cartoni animali”.

Spettacoli pomeridiani o serali offriranno un interessante panorama dell’attuale produzione teatrale italiana e straniera per ragazzi: teatro di figura e di attore, clownerie, teatro musicale, danza, e “Chica e Miko – Commedia Musicale ecosostenibile per cicale e formiche”, una coproduzione di Arciragazzi Comitato di Roma – Carpet e Pescatori di Poesia, spettacolo interattivo di teatro d’attore, maschere e oggetti animati.

Inoltre, la rassegna cinematografica “Cinema! Cinema! Favole e storie per sognare”, da godere la sera sotto le stelle. Ma anche le nuove tecnologie saranno protagoniste a La Città in Tasca: nel “Villaggio digitale”, si potrà costruire un modello di Città a misura di bambini. La città prenderà vita e i bambini, oltre a creare alcuni elementi (pista ciclabile, parco giochi, ludoteca, ecc.), potranno interagire con tutti i componenti del plastico: controllo del tram, suoni, scambi, itinerari, parcheggio, lampioni, luci nelle case, ecc. per comprendere meglio, giocando, come funziona l’elettricità, cosa sono e come funzionano i robot e altro ancora.

Come sempre, nella Biblioteca de La Città in Tasca si potranno prendere in prestito libri e incontrare autori: quest’anno saranno presentati ai bambini bellissimi libri d’arte, di musica e di scienza, in collaborazione con la Libreria Ponte Ponente e alcuni interventi estemporanei di letture animate dell’ApeLettura delle Biblioteche di Roma e dell’ApePiaggio Bibliolibrò, una nuovissima e scintillante bibliolibreria ambulante. Davanti allo spazio biblioteca inoltre i bambini troveranno degli alberi di legno coloratissimi su cui appendere le loro poesie, quelle che inventeranno a La Città in Tasca.

Anche quest’anno la manifestazione accoglierà infine un “cantiere” un po’ particolare – IL CANTIERE DELLE RE BOAT – dove verranno costruite con materiali di recupero e riciclo le colorate e fantasiose recycled boat che parteciperanno alla VI edizione della RE BOAT RACE, la regata di imbarcazioni “riciclate” più pazza e colorata dell’estate, promossa e realizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Sunrise 1 con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare – Agenzia Nazionale Giovani – ENEA – Coni Comitato Regionale Lazio – Presidenza della Regione Lazio – Municipio Roma IX (ex XII EUR) – EUR SpA. La RE BOAT RACE è aperta a tutti: bambini, ragazzi, adulti, gruppi di famiglie e gruppi di amici se vorranno potranno costruire i loro natanti colorati che prenderanno poi il largo in questa nuova regata originale, divertente ed eco-friendly che si svolgerà al Parco Centrale del lago dell’EUR il 12 e 13 Settembre.

Completamente rinnovati infine si presenteranno lo Spazio giochi a pagamento e lo Spazio Piccolissimi: tanti giochi nuovi ed entusiasmanti per grandi e piccini. Domenica 13 Settembre la manifestazione si concluderà con il Gruppo SciaraBballo, diretto da Antonella Potenziani e Giovanni Tribuzio, che si esibirà in uno spettacolo di danze popolari con musica dal vivo, coinvolgendo bambini e adulti e proponendo pizziche, tammurriate, saltarelli, ballarelle, tarantelle e quadriglie della tradizione delle regioni del Centro Sud d’Italia.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito.

www.lacittaintasca.it

Inserimento all’asilo nido, ecco come affrontarlo nel modo migliore

Il momento in cui il proprio figlio viene iscritto all’asilo nido e sta per frequentarlo potrebbe essere molto difficile per i genitori: ecco come affrontare, nel modo migliore, l’inserimento all’asilo nido del proprio figlio.
Farlo accompagnare dal papà. 

Il primo errore che spesso si commette, quando arriva il primo giorno di asilo nido, consiste nel fatto che ad accompagnare i piccini sono le mamme.
Questo per il semplice fatto che le mamme, che potrebbero avere un comportamento ansioso per il grande evento, potrebbero trasmettere questo stato d’animo al piccino, rendendolo nervoso e più fragile.
Farlo accompagnare dal papà invece, alternando i giorni col marito, permette alle mamme di diminuire l’ansia che provano cosa che permette al piccino di stare maggiormente tranquillo.
Inoltre, per un piccino salutare e “abbandonare” il genitore maschio è più semplice e meno traumatico che fare la stessa cosa con la mamma.

Dirgli chi andrà a prenderlo e quando. 

Un secondo consiglio utile, per poter evitare traumi al piccino, consiste nel dirgli chi andrà a prenderlo all’asilo e quando.
Il piccino, conoscendo queste due informazioni, avrà un comportamento tranquillo e felice, in quanto sa benissimo che, al termine di una particolare fase della giornata trascorsa all’asilo nido, ad attenderlo vi è uno dei suoi genitori o un parente stretto.
Tale operazione deve essere compiuta ogni giorno, per dare quella sicurezza al piccino ed evitare di fargli percepire l’asilo nido come un abbandono momentaneo da parte del genitore.

Fargli portare un gioco da casa.

Il far portare al piccino un gioco da casa, che potrà utilizzare all’asilo, avrà due effetti positivi: il primo consiste ne fatto che il piccolo non sentirà la mancanza di casa durante le ore trascorse nella struttura scolastica.
La seconda gli permette di socializzare con gli altri bambini: il quarto consiglio consiste infatti nel permettere al piccino di poter frequentare i compagni d’asilo anche al di fuori della struttura.
In questo modo si crea una sorta di connessione tra casa e asilo, ed il piccino sarà sempre più felice di recarsi all’asilo, visto che i piccini potranno trascorrere del tempo coi loro amichetti.

La fiducia negli insegnanti.

I genitori devono trasmettere fiducia ai propri figli: solo in questo modo il piccolo potrà fidarsi a sua volta degli insegnanti, visto che i genitori stessi nutrono tale sentimento nei confronti dell’educatore.
Il trucco consiste nell’instaurare un rapporto coi maestri e farlo notare al piccino che frequenta l’asilo: vedendo il rapporto tra genitori e maestri, il bambino non avrà alcun problema nel recarsi all’asilo.
Se la fiducia dei genitori viene a mancare, la soluzione migliore consiste nell’iscrivere il piccolo in un nuovo asilo nido, e instaurare un rapporto di fiducia con l’insegnante, proprio per i motivi prima citati.

L’importanza dell’asilo nido. 

Alcuni esperti psicologi dell’età infantile, come Silvia Amendola, hanno voluto rendere pubblica l’importanza dell’asilo nido: il momento in cui il piccino viene iscritto al nido rappresenta il primo distacco tra genitori e figli
Se affrontato nel migliore dei modi, questo momento permetterà al piccolo di poter superare ed affrontare nel migliore dei modi le fasi scolastiche successive, ovvero scuola materna, elementare e le altre.
L’asilo nido serve anche come luogo che permette ai piccini di imparare il rispetto delle persone adulte, visto che il loro senso di onnipotenza viene ridotto drasticamente, ovvero il bambino capirà che, facendo dispetti e comportandosi male, non otterrà quello che vuole.
Inoltre, si aumenta la sua capacità di comunicazione, visto che per poter attirare l’attenzione degli insegnanti, i bambini impareranno ad esprimersi, seppur con termini semplici, in maniera corretta, richiedendo prima l’attenzione dell’insegnante per poi esprimere la loro richiesta.
L’asilo nido dunque assume una grande importanza e funzione nella vita del bambino e non deve essere accompagnato dai sensi di colpa dei genitori, visto che in caso contrario, il piccino potrebbe avere dei problemi quando dovrà frequentare asili materni e scuola elementare, medie e le altre.

Corsi per bambini: come coinvolgere ed impegnare anche i soggetti più distratti

Che siano finalizzati a sanare i deficit scolastici o a far loro apprendere materie o lingue nuove, i corsi per bambini devono essere concepiti come strumenti efficaci per far vivere un’esperienza veramente completa.
Lo sviluppo dei bambini dipende essenzialmente dalla quantità e qualità dei messaggi da loro codificati ed immagazzinati. Non esiste contesto che non possa generare influenze in positivo o in negativo in capo ad essi, soprattutto di quelli in età preadolescenziale.

I corsi per bambini devono essere dunque pensati anche come programma di sviluppo della loro personalità nel contesto sociale e non solo come fonti di informazioni e nozioni dottrinarie.

Approccio strutturale adatto alle esigenze scolastiche

Vivere l’esperienza dei corsi per bambini in maniera efficace, ma al contempo divertente e non come un obbligo formativo: questa è la logica che deve muovere ed ispirare ogni attività extrascolastica. Questo non presuppone che le lezioni debbano essere impartite con leggerezza, di contro è più che necessario che tutte le attività siano rigorosamente full immersion e strutturate seguendo direttive didattiche ben rigide, rigorose, tali da suggerire un programma adeguato alle reali conoscenze di ogni studente.

I corsi per bambini devono essere pianificati per sollecitare la curiosità anche dei più piccoli.
I docenti dovrebbero essere in condizione di permettere ai bambini di accostarsi alle lezioni con
un approccio divertente ma anche intenso ed efficace. Questo modus operandi consentirà un apprendimento semplice e naturale, ma allo stesso tempo valido sotto tutti i punti di vista, non solo cognitivo ma anche sociale.

Prima esperienza di apprendimento

Si incorre molto spesso in un errore di fondo, in merito alla natura ed alle finalità sottese ai corsi per bambini: quello di ritenerli dei programmi secondari, supplementari a quelli scolastici.

Ogni corso deve essere piuttosto progettato per rappresentare la prima esperienza di apprendimento positiva dei bambini: solo così facendo essi avranno una particolare predisposizione all’ascolto perché avvertiranno anch’essi il carattere imperativo e rilevante dei concetti loro impartiti.
Si tratta di un aspetto fondamentale: catturare l’attenzione dei bambini e verificare il loro riscontro consente di individuare anche eventuali rischi di difficoltà di apprendimento.
I corsi per bambini devono correre in parallelo con il sistema scolastico ma estendendo il loro ambito di osservazione anche ad altri fattori come quello di carattere sociologico che è alla base di tutti i processi educativi.
Non è affatto semplice insegnare, specie a chi risulta meno incline all’apprendimento, vuoi a ragione dell’età, vuoi a motivo del proprio patrimonio di conoscenze.
Coloro che vogliano dar vita a corsi per bambini faranno bene a non sottovalutarne le difficoltà che potrebbero incontrare ed a non trascurare le caratteristiche che devono permeare tali tipologie di corsi.

Perché insegnare a bambini non è un gioco, ma richiede un grado di responsabilità accentuato: essi si trovano in quella età particolare in cui il pensiero inizia ad elaborare questioni, argomenti.
Un corso, se ben fatto, può significare tanto per un bambino, per la sua cultura, per il suo patrimonio di conoscenze e per la sua educazione.

Esso va ad assestarsi nel suo naturale processo di sviluppo.
E’ fondamentale dunque in questo settore operare con la massima diligenza ed accortezza.

Hebo Race – Basta che Funziona!

Sabato 25 luglio 2015 presso la sede dell’Arciragazzi Comitato di Roma, in Via Giovanni Michellotti 33, si è tenuta la prima Hebo – Race mondiale. Gara a squadre, consiste nella costruzione di robot che dovranno confrontarsi in una corsa su vari percorsi.

Il vincitore è colui che riesce a fare il maggior numero di punti nelle varie corse: 10 punti al primo, 6 al secondo e 4 al terzo.
Un robot deve utilizzare il meno possibile tecnologie pena la perdita di punti conquistati durante la corsa. Insomma divertirsi insieme condividendo conoscenze e passioni comuni e… Basta che Funziona!

CRACK – Fumetti Indipendenti

Dal 25 al 28 giugno il Forte Prenestino a Centocelle ha ospitato il festival di fumetti indipendenti (dirompenti, recita roboante il titolo della rassegna) CRACK. Per gli appassionati delle arti visive questo festival è un evento imprescindibile che è cresciuto nel corso degli anni, ospitando autoproduzioni, gallerie indipendenti, fumetti, riviste e perle grafiche di ogni tipo. Potevamo noi di TeenPress non avventurarci nei sotterranei di questo affascinante ex carcere, oggi centro sociale, alla ricerca delle novità più interessanti di questa edizione? Ovviamente no! E allora eccovi servito il nostro servizio!

IL BOSCO DI LUDOMAGICABU’ – MOSTRA D’ARTE IN LUDOTECA

Il 9 giugno 2015 in Via dei Lincei 93, presso la Ludoteca Ludomagicabù c’è stata l’inaugurazione della mostra d’arte “Il bosco di Ludomagicabù” alla presenza di numerosi bambini accompagnati dai genitori.
Tema della mostra era il riciclo di e la riqualificazione di uno spazio dedicato ai bambini.
Andiamo a vedere di cosa si tratta..

Park Life

Tiburtino Terzo. Un parco non è mai solo un parco. In un quartiere di Roma dove l’urbanistica non regala spazi verdi per giocare, un lembo di terra, conquistato dai nonni dei bambini che oggi giocano felici nel Tiburtino Terzo, può rappresentare un’evasione e una speranza per il futuro. Noi di TeenPress siamo saliti a bordo del Ludobus, un’iniziativa dell’Area Agio, foriero di giochi “come una volta”, e ci siamo seduti ad ascoltare le storie di chi il quartiere lo conosce bene.

 

San Basilio Mon Amour

San Basilio è conosciuto come uno dei quartieri più “duri” di Roma. Tra malavita e abbandono scolastico, non è sempre semplice per i bambini crescere tra questi palazzi. In questo contesto il Centro Aldo Fabrizi e le sue attività rappresentano un’oasi di pace e protezione. Sebbene le sorti della struttura siano incerte per via di un cambio di gestione, le iniziative non mancano. Noi di TeenPress siamo andati a seguire una caccia al tesoro e a carpire sogni e speranze dei piccoli Sanbasiliani.